GRAZIANO STAINO

BIOGRAFIA

Graziano Staino, nato a Firenze nel 1972, diplomato al Liceo Artistico, frequenta l'Accademia di Belle Arti, sezione pittura.

Nel 1997 si trasferisce a New York per approfondire i suoi interessi verso la tecnica fotografica e l'editing video.

Dal rientro a Firenze nel 1999, realizza cortometraggi che partecipano ad importanti rassegne. Nel 2004 inizia la collaborazione con il programma Rai 3 Fuori orario. Cose mai viste nel quadro di un contratto RAI che acquisisce tutte le sue opere.

Dal 2006 dirige per due anni il Festival di Ofelia, con la partecipazione di Irene Grandi, Cristina Donà, Bobo Rondelli e altri, realizzando inoltre il documentario Lo sguardo di Ofelia (con Adriano Sofri, Francesco Guccini, Mauro Pagani ed altri), che viene selezionato al Torino Film Festival.

Nel 2007 realizza il 16mm. Film Festival, che avrà tre edizioni.

Dal 2008 inizia la collaborazione con il gruppo degli Afterhours, con una serie di video musicali e curando i visual dei tour teatrali.

Nel 2009 realizza il libro a fumetti Memorie di Mondi Notturni, edito da Lightbox.

Prosegue negli anni la collaborazione con gli Afterhours, Litfiba ed altre band per la realizzazione di video musicali e i visual dei concerti. Organizza in varie sedi mostre fotografiche, d'arte e di visual art.

Nel 2013, nel contesto del Festival Hai paura del buio?, diretto da Manuel Agnelli, presenta nelle date di Torino, Roma, Milano e L'Aquila i video inediti e cura i visual delle performances.

Nel 2016 idea e dirige il Long Take Florence Film Festival per la New York University di Firenze, rassegna cinematografica collegata ad eventi musicali ed artistici.

Dal 2017 il Festival, con la denominazione di Sequence Shot Film Festival avrà edizione annuale, in collaborazione con Serre Torrigiani, affrontando varie tematiche del linguaggio cinematografico (Monochrome edition, Moon edition, Silence edition) fino alla Dante's edition nel prossimo settembre.

Nel 2021 realizza per il Teatro Nazionale della Toscana il programma La pioggia in quattro puntate, articolato sulle interviste a primari personaggi della scena musicale, teatrale e cinematografica italiana, oltre a performances di danza e letture.